TOUR ISLANDA

6 – 13 Agosto 2022

Loading...

3.290,00 

Singola
Adulti

TOUR ISLANDA

Terra di ghiacciai, vulcani, geyser e fiordi

L’isola dall’anima calda è un continente in miniatura che raccoglie in sé una
serie di fenomeni naturali insoliti e paesaggi indimenticabili, dominati da una natura
primordiale e potente.

REYKJAVIK

Ritrovo dei partecipanti e trasferimento all’aeroporto di Malpensa. Operazioni d’imbarco e partenza con volo
di linea per Reykjavik. Arrivo in tarda serata / notte nella capitale islandese, incontro con l’assistente locale
e trasferimento in hotel.

REYKJAVIK – CIRCOLO D’ORO – LA COSTA SUD

In mattinata incontro con la guida che seguirà il gruppo per tutto il viaggio e partenza verso la storica valle di
Thingvellir, il sito più importante per la cultura islandese, incorniciato da montagne che circondano una vasta
pianura lavica. Qui, nel 930, si riunì l’Althingi, il primo parlamento democratico del mondo e qui, nel 1944, fu
proclamata l’indipendenza dell’Islanda. Il Parco Naturale, tutelato dall’Unesco dal 2004, è di grande
interesse geologico, poiché consente di osservare il punto d’incontro tra la faglia nordamericana e quella del
continente europeo. Fa parte del “Circolo d’Oro”, la regione più famosa e visitata dell’Islanda: in un raggio di
pochi chilometri, si trovano infatti alcune delle più note attrazioni del Paese. Nel Parco, si trova il
Thingvallavatn, il più grande lago di origine naturale dell’isola, con un superficie di 84 kmq.
Proseguimento per la fantastica Cascata d’Oro di Gullfoss, la”regina delle cascate islandesi” così chiamata
per la sua teatralità, la sua bellezza ed i giochi di luce del suo doppio salto; le sue acque tonanti si gettano in
un profondo canyon artico. Si prosegue verso le sorgenti calde di Geysir. Il “Grande Geysir” è la sorgente di
acqua calda di questa zona geotermica, che ha dato il nome a tutti i geyser del mondo. Ha smesso la sua
attività eruttiva all’inizio del XX secolo e dopo i terremoti del 2000, ha ripreso ad emettere spruzzi alti fino a
50 metri, ma molto raramente. A pochi metri si trova il “fratello minore”, che zampilla getti d’acqua alti fino a 20 metri, ogni 4-8 minuti.
Proseguimento verso le pianure meridionali, passando dalle due cascate Seljalandfoss e Skogafoss, in
posizione scenografica e legate ai miti, sono state da sfondo a set cinematografici per vari film. Cena e pernottamento

 LA COSTA SUD (Vik – Skaftafell – Jokulsarlon – Hofn)

Percorrendo la costa sud, attraverso magnifici panorami, tra ghiacciai interni e spiagge sull’oceano Atlantico,
sosta nella zona del santuario degli uccelli marini di Dyrholaey.
Dal piccolo villaggio di Vik con i caratteristici faraglioni, si attraversa il campo di lava più esteso al mondo e la
grande distesa di sabbia. Si giunge nella parte dell’isola coperta dal ghiacciaio Vatnajokull, che si estende
su una superficie pari all’8% dell’Islanda ed è il più grande d’Europa.
Nel Parco Nazionale di Skaftafell, si può ammirare lo spettacolare ghiacciaio di Skaftafellsjokull, ”un deserto
d’acqua scolpito dal freddo con i suoi colori blu mischiati alle ceneri di vulcani”; nel silenzio, si può sentire il
respiro del ghiaccio con i suoi rombi e crepitii.
Si visita la laguna glaciale di Jokulsarlon, dove numerosi iceberg galleggiano nelle fredde acque della baia,
creando un’atmosfera magica. Qui, una minicrociera consente di immergersi in un’atmosfera unica, per poter
sfiorare i colossi di ghiaccio alla deriva.
Si potrà camminare lungo la spiaggia, per ammirare da pochi metri, questi incredibili iceberg di ghiaccio blu.

 LA ZONA DI HOFN E I FIORDI DELL’EST

La giornata sarà dedicata ad ammirare lo splendido paesaggio attraverso la spettacolare strada dei fiordi
dell’est, fra piccoli villaggi di pescatori circondati da montagne maestose, formatesi alla fine dell’era glaciale.
Un susseguirsi di baie ed una costa variegata lungo la quale è possibile vedere le foche che riposano sulle
rocce e gran parte degli uccelli che nidificano in Islanda.
Sosta a Djupivogur, piccolo e suggestivo paese di pescatori, il più antico porto dei fiordi orientali e località commerciale dal 1589.
Si può ammirare una particolare opera d’arte chiamata ”Eggin i Gledivik” (le uova della baia felice): una serie
di 34 uova giganti di pietra poste lungo il molo, per rappresentare le 34 specie di uccelli osservati nella zona.
Arrivo a Borgarfjorour Eystri, piccolo villaggio circondato dalle montagne e dal fiordo. Sistemazione in countryhotel.

VERSO NORD

Si attraversa l’affascinante altipiano con i meravigliosi paesaggi lunari di montagne vulcaniche, per poi volgere verso il mare del nord.
Si raggiungono le imponenti cascate di Dettifoss (la cascata che rovina, in islandese), le più grandi
d’Europa, che stupiscono per la loro impressionante potenza e maestosità: sono alte 44 m. e larghe più di
100 m. Il loro profondo boato ed i loro spruzzi si avvertono ad 1 km di distanza.
Proseguimento verso il Parco Nazionale di Jokulsarglijufur, dove si trova il canyon Asbyrgi, dalla singolare
forma a ferro di cavallo, un ampio canyon testimone della violenza dei fiumi glaciali che lo hanno creato.
Proseguimento intorno alla penisola di Tjornes, si ammirano i panorami sull’oceano, siamo vicini al Circolo
Polare Artico. Oltre il villaggio di Husavik, si arriva nella bella campagna islandese e sistemazione al
caratteristico country hotel, struttura certificata per il rispetto dell’ambiente.
Husavik ha avuto anche un ruolo fondamentale nella storia, quella dell’allunaggio. Negli anni precedenti la
missione di Apollo 11, infatti, la NASA mandò i suoi astronauti proprio qui, affinchè potessero allenarsi su un
terreno dall’aspetto “alieno”. Gli scienziati, dopo molte ricerche, individuarono presso Husavik paesaggi
molto simili a quelli della Luna. L’Islanda, per l’80%disabitata ed il 60% rocciosa, è del resto uno tra i più
incredibili luoghi del pianeta, un laboratorio naturale borbottante e rumoroso ricco di fenomeni incredibili.

 IL LAGO MYVATN e le BALENE

Visita alle meraviglie delle zona protetta del Lago Myvatn, caratterizzato da vulcani, crateri, campi di lava e
varie specie di anatre ed uccelli acquatici. Sono presenti infatti almeno una dozzina di specie di anatre in colonie di centinaia di individui.
Tra le suggestive attrazioni dell’area, vi sono gli pseudo-crateri di Skutustaoagigar, create da violente
esplosioni della lava bollente sopra i 1000-1100 °C, spinta con forza nell’acqua fredda.
Le bizzarre formazioni laviche di Dimmuborgir, il cui nome significa “Fortezza Oscura”: un labirinto di
strutture laviche dalle forme più strane e straordinarie, che arrivano anche ad un’altezza di decine di metri e
che hanno fatto da sfondo a diversi film e serie televisive. Formazioni simili si trovano sul fondo dell’oceano,
vicino alla costa messicana, ma non esiste un altro posto al mondo in cui formazioni del genere siano visibili
in superficie. La pittoresca Namaskard, grande distesa di solfatare; impressionanti pozze di roccia fusa
ribollono in un paesaggio dove prevalgono le tinte del giallo e del rosso. Una leggenda, la definisce”la cucina del diavolo”.
Nel pomeriggio escursione alla bella cascata degli dei, Goafoss e all’affascinante cittadina più grande della costa nord, Akureyri.
E’ la seconda città dell’Islanda, molto vivace, con una spumeggiante vita notturna e vanta anche un’offerta culturale di eccellenza.
Nel tardo pomeriggio uscita per l’avvistamento delle balene; per l’abbondante nutrimento delle acque, il
luogo è popolato dalle comuni e piccole balenottere rostrate ai grossi capodogli che misurano fino a 18 m.di
lunghezza, dalle megattere che compiono impressionanti acrobazie fuori dall’acqua alle rare balenottere
azzurre, gli animali più grandi del mondo con oltre 33 m. di lunghezza e 150 tonnellate di peso.

 IL NORD OVEST

Si lascia la costa nord per attraversare verdi pianure e praterie, famose per l’allevamento dei cavalli, corsi
d’acqua e lagune. Visita dell’antica fattoria Glaumbaer, ora interessantissimo museo folcloristico della fattoria in torba.
Proseguimento per Reykjavik e sistemazione in hotel centrale, nei pressi del bel porticciolo turistico Tempo libero a disposizione.
Cena libera. La zona è molto animata ed offre parecchi locali tra cui scegliere, già a pochi passi dall’hotel. Pernottamento.

 REYKJAVIK – RIENTRO

Partenza per la Laguna Blu, località tra le più visitate a 35 km da Reykjavik, per la sua piscina termale dalle
acque di un blu intenso che raggiungono i 37°-39°.
Trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea per l’Italia.
In serata arrivo a Malpensa ed immediato trasferimento alle località di partenza.

Scopri di più